calendario parigi 2016 nuvola print shop

Calendario 2016 Paris Wanderlust in Black & White (e uno sconto!)

2016pariscalendarcover

{Calendario 2016 Paris Wanderlust in Black & White}

by Nuvola Print Shop

Ecco finalmente la novità di quest’anno per il mio shop: il Calendario 2016 Paris Wanderlust in Black & White!

Devo ammettere che ne sono fiera, anzi, orgogliosa 😀

Vederlo qui stampato in tutto il suo splendore è davvero una soddisfazione perché oltre ad amare particolarmente queste fotografie sono felice della resa grafica, della stampa e dei font utilizzati. Insomma, lo amo! ♥

Le fotografie sono quelle scattate durante la mia breve fuga a Parigi a dicembre dello scorso anno (ne ho parlato qui e qui) e devo dire che in bianco e nero sono davvero intense. Credo che esprimano tutta l’eleganza e la maestosità della Ville Lumière lasciando il giusto spazio all’immaginazione, pur senza colori (così come piace a me  🙂 )

Il Calendario 2016 Paris Wanderlust è formato da 12 fogli sciolti (non rilegati) più la copertina (quella con la Torre Eiffel con la testa tra le nuvole) ed esiste in due formati, 13x18cm e 20x30cm, entrambi stampati su carta da 300gr/mq con finitura matte.

Questi calendari sono adorabili se esposti su un mini cavalletto in legno o perfetti per essere attaccati al frigo con una calamita, ma l’ideale per me resta la cornice! Se non hai mai provato ad incorniciare un calendario allora devi assolutamente, è come racchiudere in una cornice un pezzo dell’arredamento, un promemoria, un calendario e un invito a viaggiare, perché la voglia di Parigi è una sensazione così romantica che fa sognare 🙂

Paris Wanderlust, in poche parole!  ♥

calendario 2016 paris wanderlust

Calendario 2016 Paris Wanderlust by Nuvola Print Shop

paris wanderlust 2016

Calendario 2016 Paris Wanderlust by Nuvola Print Shop

calendario parigi 2016

Calendario 2016 Paris Wanderlust by Nuvola Print Shop

calendario parigi 2016 nuvola print shop

Calendario 2016 Paris Wanderlust by Nuvola Print Shop

Il mio Calendario 2016 Paris Wanderlust ti ha conquistata?

Usa il Codice ARTDIARY16 al checkout su Etsy

e avrai il 10% di sconto sul tuo acquisto!

 

*** Tutte le foto di Parigi sono state scattate con una Canon EOS 6D ***
*** Le stampe di Parigi sono in vendita nel mio shop Nuvola Print Shop ***
*** Tutte le immagini di questo post sono © Anna J Sergio ***

anna

Seguimi su FACEBOOK!



Follow on Bloglovin

Instagram


Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina

{Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin}

“E’ possibile che un giorno, mentre passeggi in campagna, ancora prima di scorgere la Casetta Blu nascosta nei boschi, tu senta l’odore dei biscotti appena sfornati, allora saprai di essere arrivato. E’ la casa di Vera la Topina, del suo cane Saar e della sua bambolina a forma di topo di nome Dolly. Prego, entra. Qui gli amici sono sempre i benvenuti, ma sarà tuo dovere divertirti, raccontare qualche novità e portare con te tanti sorrisi quando andrai via. E mi raccomando, assicurati di avere spazio a sufficienza per i famosi pancakes di Vera!”

Vera la Topina

Questo è quanto si legge sul sito di Marjolein Bastin, illustratrice di origine olandese che ha dato vita a Vera The Mouse, indaffarata roditrice abitante della casetta blu nascosta tra gli alberi, sempre pronta a preparare ottimi pancakes, realizzare soffici e calde sciarpe lavorando alacremente a maglia, offrire un tè e una fetta di torta alle fragole a tutti gli amici che andranno a farle visita.

Il mondo incantato di Vera sembra prendere vita davanti ai nostri occhi, felici di perdersi nei minuziosi dettagli dei disegni, in quei piccoli deliziosi particolari che si nascondono qua e là nella scena rendendola realistica e fantastica al tempo stesso.

Vera la Topina

Marjolein ha trascorso l’infanzia distesa a pancia in giù nel suo giardino, intenta a scrutare un mondo che ai più passa inosservato ma che “più osservi da vicino e più cose rivela”.

Il suo universo era quello del sottobosco, popolato di insetti e piccoli animali che diventavano sempre più familiari, intenta com’era nell’osservarli con scrupolosa attenzione. Ben presto ebbe voglia di condividere la sua passione per questo mondo segreto e per farlo iniziò a disegnare ciò che vedeva ogni giorno davanti ai suoi occhi di bambina. In seguito, una volta cresciuta e diplomatasi all’Accademia di Belle Arti, furono gli sconfinati paesaggi americani – e quei piccoli fantastici dettagli segreti che nascondevano – a darle l’ispirazione per la sua carriera di illustratrice della natura.

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Inutile dire che io che adoro tutti i roditori sono rimasta incantata da questa topina così graziosa, con i suoi vestitini da signora per bene, i mille gomitoli sparsi intorno a lei e i vari biscottini, fiori e fragole che popolano il suo mondo delizioso.

Questi disegni, oltre a sapere di infanzia, creano delle vere e proprie magie, più li si guarda e più sembra di trovarcisi dentro, e più sembra di trovarcisi dentro più si inizia a sentire il profumo delle margheritine, il sapore del tè, il gusto delle fragole e la fragranza dei biscotti appena usciti dal forno…

L’importante è trovare il giusto sentiero nel bosco e il gioco è fatto: ecco la Casetta Blu, si entra nella favola 🙂

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Le immagini di questo post sono © Marjolein Bastin

anna

Seguimi su FACEBOOK!



Follow on Bloglovin

Instagram

La Leggenda del Ponte dell'Arcobaleno

La Leggenda del Ponte dell’Arcobaleno

La Leggenda del Ponte dell’Arcobaleno l’ho letta per la prima volta un paio di anni fa, postata in un gruppo di Facebook da un’amante degli animali ad un utente che aveva da poco perso il suo amato amico peloso e non si dava pace per la sua perdita. Ne rimasi folgorata. Il testo, che sicuramente potrà sembrare stucchevole a chi non ha mai vissuto un momento così triste come la perdita di un animaletto, ha tutta la forza della dolcezza, con poche parole colorate riesce a dare vita alle speranze quasi perse di chi ha tanta nostalgia del proprio amico che non c’è più. Io tuttora non riesco a leggerla senza commuovermi.
La trascrivo qui, e la dedico a tutti quelli, come me, che hanno una bellissimo gruppetto peloso in attesa lì sul Ponte 😉

Buona lettura 🙂

La Leggenda del Ponte dell'Arcobaleno

© Jim Warren

 

{La Leggenda del Ponte dell’Arcobaleno}

Si narra che tra la terra e il cielo esista un ponte meraviglioso chiamato “Ponte dell’Arcobaleno”.

All’inizio di questo Ponte c’è un luogo dove giungono tutti gli animali quando lasciano la Terra.

E’ un posto bellissimo in cui ci sono prati con erba sempre fresca e profumata, ruscelli che scorrono tra colline e alberi e i nostri animali possono correre e giocare liberamente tutti insieme. Qui trovano sempre il loro cibo preferito, l’acqua sempre fresca per dissetarsi e il sole splendente per riscaldarsi… e così i nostri cari amici sono felici e stanno bene: se in vita erano malati o vecchi adesso ritrovano salute e gioventù, se erano menomati o infermi qui ritornano ad essere sani e forti così come li ricordiamo nei nostri sogni di tempi ormai passati…

Ai piedi del Ponte Arcobaleno gli animali che abbiamo tanto amato stanno bene, eccetto che per una piccola cosa: sentono la mancanza della persona speciale che hanno lasciato sulla terra.

Capita, però, che qualche volta qualche animale si fermi all’improvviso ed inizi a scrutare l’orizzonte, oltre la collina: guarda, osserva, tutti i suoi sensi sono in allerta.  All’improvviso lascia il gruppo, i suoi occhi si illuminano e le sue zampe iniziano a correre velocemente…

Sei tu… sei stato visto… il tuo amico ti corre incontro e finalmente lo stringi di nuovo tra le braccia con grande gioia, accarezzi la sua amata testolina, il tuo viso è baciato ancora e ancora e i tuoi occhi incontrano i suoi, che tanto ti hanno cercato.

Adesso insieme potrete attraversare il Ponte dell’Arcobaleno per non lasciarvi mai più.

Autore ignoto

La Leggenda del Ponte dell'Arcobaleno

anna

Seguimi su FACEBOOK!



Follow on Bloglovin

Instagram