natale

Guida ai regali di Natale episodio 1: il feltro

Guida ai regali di Natale fatti a mano: il FELTRO

Guida ai regali di Natale.

{Episodio 1: il Feltro}

Avere un negozio su Etsy significa trascorrere tante ore sul sito per fare promozione e inevitabilmente si finisce col perdersi in un mondo fantastico fatto di creatività, materie prime originali e ispirazione che messe insieme da mani esperte si trasformano in oggetti veramente unici.

Dal momento che sono un’appassionata di tutto ciò che è naturale e una grande sostenitrice del fatto a mano ho pensato di creare una personale Guida ai regali di Natale fatti a mano includendo alcuni tra le centinaia di oggetti che su Etsy mi tentano quotidianamente (cercando di non cedere e comprarli tutti 🙂 ).

La Guida sarà suddivisa per categorie, inizio oggi con il feltro e nello specifico con: miniature di animaletti, fiori, cappelli e borse. Enjoy!

Animaletti

E che lo dico a fare, li amo! Sono piccoli (alcuni nemmeno poi tanto), soffici e deliziosi, fatti apposta per incantare grandi e piccini 🙂 Io poi che ho una passione smodata per i roditori in generale sono letteralmente innamorata dei topini e dei coniglietti, semplicemente li adoro! Eccone una selezione, ma cercando felted animals nel motore di ricerca interno di Etsy sicuramente ne troverete tanti altri ugualmente belli. 🙂

 

Fiori

Non c’è inverno che si rispetti senza un fiore di feltro applicato su un cappotto, una sciarpa o un cappello! Questi fatti a mano e decorati con foglie e pistilli sono davvero bellissimi, fatevi un giro alll’interno dei diversi shop perché la maggior parte ha in vendita anche collane, sciarpe e altri accessori simpatici 😉

 

Cappelli

Esiste forse qualcosa di più affascinante di un elegante cappello in feltro, con la sua aria misteriosa e noir? Certo, un cappello in feltro fatto a mano! 🙂

Anche qui c’è da sbizzarrirsi, tra modelli classici alla Borsalino, baschi e chicchissimi cappelli da cocktail fino ai fascinators più stravaganti e creativi. Basta dare uno sguardo e subito si viene rapiti nel vortice della cappellomania 🙂

 

Borse

Le borse in feltro sono un must dell’inverno! Il solo vederle mi mette allegria, che siano coloratissime o più sobrie e monocromatiche, per me è subito Natale. E poi ce n’è davvero per tutti i gusti, dalle più giocose, decorate con frutta e fiori, alle più rigorose e serie per le irriducibili del black look! ❤

 

PS: Non dimenticare di passare a trovarmi, ci sono anche io su Etsy! 😉

anna

Seguimi su FACEBOOK!

Instagram

neve

Garden Stories 2015 – Neve!

Garden Stories 2015 – Neve!
{Winter Wonderland}

 ❄❄❄

garden stories
Il 2014 ci ha salutati con uno splendido regalo, per quelli come me che vivono al sud, vicino al mare e in una perenne alternanza climatica tra primavera ed estate: la NEVE!

Nella mia città quando si parla di neve si parla inevitabilmente della “nevicata del ’54”, che imbiancò tutto per giorni trasformando le campagne in distese candide, le strade in piste da slittino improvvisato alla meglio e la fontana dei delfini della piazza centrale in un’opera d’arte fatta di ghiaccioli e cristalli trasparenti. Tuttora su Facebook circolano fotografie dell’epoca, un po’ sbiadite e macchiate, in cui la neve prende un colore caldo e le sagome dei passanti hanno forme antiche, di gonne lunghe, scialli e calzoni corti, ma che nonostante il tempo trascorso trasmettono perfettamente la sensazione di gioia infantile e ingenua che la neve porta nei luoghi in cui cade raramente.

E anche questa volta, come per le più brevi nevicate di qualche anno fa, ci siamo trasformati in bambini emozionati, abbiamo messo un maglione in più e siamo usciti sfidando il freddo per scattare centinaia di foto, provare a passeggiare per le vie del centro camminando come paperelle nella speranza di non scivolare e, naturalmente, fare a palle di neve!

La neve è iniziata a cadere di sera, leggera e silenziosa, svolazzando giallognola sotto i lampioni, invisibile negli angoli bui e candida sui primi centimetri di asfalto lentamente imbiancati. All’inizio era solo qualche fiocchetto, piccolo e dispettoso, che danzava davanti alle facce dei passanti infreddoliti che si affrettavano per strada, convinti che sarebbe durata il tempo di un po’ di vento e sarebbe scomparsa alla vista dei primi raggi di sole il mattino dopo. Poi il buio è diventato silenzioso, morbido, e quasi per magia la città si è nascosta sotto uno strato leggero di nevischio, lasciando increduli quelli che ancora erano in giro, col naso all’insù, a guardare quel vortice di fiocchi di neve che saltellavano e ricadevano allegri da un cielo coperto e gelido. La notte lasciava spazio alla neve, regina dell’inverno, che veniva a farci visita all’improvviso. Lentamente il mondo si stava colorando di magia, di notte, mentre le anime sono distratte o addormentate.

Ecco: immaginate una fredda notte di fine anno, al calduccio tra le mura di casa, al riparo sotto il piumone, quasi nel mondo dei sogni. E’ iniziato così.

All’improvviso dalla strada una voce urla “Nevica!” e mi sono precipitata alla finestra, saltando giù dal letto coi piedi freddi sul pavimento nudo, e ho trovato ad aspettarmi uno spettacolo stupendo: la mia città tutta bianca, perfetta, sospesa nel tempo, dipinta dalla natura con la sua mano magica, come un immenso letto di panna e latte, una distesa infinita di nuvole e ovatta. Che incanto!

La vera magia è stata che la neve è durata fino al giorno dopo, si è posata coprendo tutto e regalandoci un risveglio incantato nell’ultimo giorno dell’anno, sospendendo di colpo tutte le attività, interrompendo festeggiamenti e preparativi, portandoci tutti giù, chi alla finestra chi in strada, a divertirci con le cose più piccole e semplici: lasciando impronte di salti e scivolate, scrivendo con le dita congelate cose buffe sulle superfici intatte, fotografando con gli occhi e con la mente il manto candido che ha avvolto tutto come per miracolo. Qui la neve non cade quasi mai, e quando cade, è sempre un piccolo miracolo.

garden stories
garden stories
garden stories
winter wonderland
winter wonderland
winter wonderland
winter wonderland
garden stories
garden stories
garden stories
garden stories
winter wonderland
garden stories

Seguimi su FACEBOOK!

Follow on Bloglovin

Instagram

Primavera, di Anna J Sergio 2014

Best of 2014 – Un anno di The Art Diary

And now we welcome the new year. Full of things that have never been. 
Rainer Maria Rilke

 Best of 2014

Un anno di ART DIARY riassunto in un post, in attesa delle tantissime novità che faranno di questo blog un vero diario visuale… grazie a chi mi ha letto, a chi mi ha seguito, a chi si è fermato anche solo un attimo su queste pagine sconosciute… che il 2015 sia l’anno della serenità e della gioia per tutti ❤

{TheArtDiary}

Romeo, Siddharta… Giorgio

best of 2014

Garden Stories #1 {Spring2014}

 © anna j sergio 2014

Late Winter Walks

best of 2014

DiscoDays, quando il mondo viaggiava a 45 giri!

best of 2014

Spring Flowers in Rome Streets

best of 2014

Happy Mother’s Day!

best of 2014 the art diary

Homemade Lemon Dish Soap!

detersivo per piatti al limone fai da te best of 2014

{Wild is Magic} Whimsical White Wildflowers

white wildfllowers

St. Peter’s in black & white

st peters square by anna j sergio

Storie di verde e di vento

verde e di vento

I stood tip-toe… in Ravello (and I loved it!)

ravello

Sulla fotografia in bianco e nero (Ricordi di Ravello)

Ravello

An Autumn Wedding

{Marry Me on the Beach at Sunset}

wedding on the beach ©annajsergio2014

Natale per le strade di Parigi

{Christmas in Paris}

best of 2014

Best of 2014

{TheArtDiary}

“We will open the book. Its pages are blank. We are going to put words on them ourselves. The book is called Opportunity and its first chapter is New Year’s Day.”

Seguimi su FACEBOOK!

Follow on Bloglovin

Instagram