fatto a mano

Guida ai regali di Natale episodio 1: il feltro

Guida ai regali di Natale fatti a mano: il FELTRO

Guida ai regali di Natale.

{Episodio 1: il Feltro}

Avere un negozio su Etsy significa trascorrere tante ore sul sito per fare promozione e inevitabilmente si finisce col perdersi in un mondo fantastico fatto di creatività, materie prime originali e ispirazione che messe insieme da mani esperte si trasformano in oggetti veramente unici.

Dal momento che sono un’appassionata di tutto ciò che è naturale e una grande sostenitrice del fatto a mano ho pensato di creare una personale Guida ai regali di Natale fatti a mano includendo alcuni tra le centinaia di oggetti che su Etsy mi tentano quotidianamente (cercando di non cedere e comprarli tutti :) ).

La Guida sarà suddivisa per categorie, inizio oggi con il feltro e nello specifico con: miniature di animaletti, fiori, cappelli e borse. Enjoy!

Animaletti

E che lo dico a fare, li amo! Sono piccoli (alcuni nemmeno poi tanto), soffici e deliziosi, fatti apposta per incantare grandi e piccini :) Io poi che ho una passione smodata per i roditori in generale sono letteralmente innamorata dei topini e dei coniglietti, semplicemente li adoro! Eccone una selezione, ma cercando felted animals nel motore di ricerca interno di Etsy sicuramente ne troverete tanti altri ugualmente belli. :)

 

Fiori

Non c’è inverno che si rispetti senza un fiore di feltro applicato su un cappotto, una sciarpa o un cappello! Questi fatti a mano e decorati con foglie e pistilli sono davvero bellissimi, fatevi un giro alll’interno dei diversi shop perché la maggior parte ha in vendita anche collane, sciarpe e altri accessori simpatici ;)

 

Cappelli

Esiste forse qualcosa di più affascinante di un elegante cappello in feltro, con la sua aria misteriosa e noir? Certo, un cappello in feltro fatto a mano! :)

Anche qui c’è da sbizzarrirsi, tra modelli classici alla Borsalino, baschi e chicchissimi cappelli da cocktail fino ai fascinators più stravaganti e creativi. Basta dare uno sguardo e subito si viene rapiti nel vortice della cappellomania :)

 

Borse

Le borse in feltro sono un must dell’inverno! Il solo vederle mi mette allegria, che siano coloratissime o più sobrie e monocromatiche, per me è subito Natale. E poi ce n’è davvero per tutti i gusti, dalle più giocose, decorate con frutta e fiori, alle più rigorose e serie per le irriducibili del black look! ❤

 

PS: Non dimenticare di passare a trovarmi, ci sono anche io su Etsy! ;)

anna

Seguimi su FACEBOOK!

Instagram

IMG_1055

Tote Bags che passione, se fatte a mano ancora di più!

{Tote Bags che passione, se fatte a mano ancora di più!}

Le tote bags, ovvero le borsine in tela nate per portare la spesa ma usate per tutto e di più, sono la mia passione e questa di FabicUp mi ha proprio conquistata! Ecco perché!
FabricUp

Cosa metto nelle mie tote bags? Le mie passioni, ovvero i libri e le fotografie! ❤

Io ho una vera passione per le tote bags, quelle borsine in tela o cotone nate per essere portate in borsa, ripiegate e pronte all’uso quando si va a fare la spesa e poi diventate nel tempo oggetto di culto e collezione da parte di chi come me le porta praticamente ovunque. Perché le tote bags sono nate con intenti nobili, mica frivolezze! :) Lo scopo originario era infatti quello di utilizzare materiali naturali come la tela o il cotone, meglio ancora se riciclati, e ridurre l’utilizzo di buste in plastica non biodegradabili e fortemente inquinanti. Con il tempo poi il loro uso si è diffuso e sono diventate di moda tra le persone più attente all’ambiente (e al risparmio) e in giro se ne trovano sempre di più carine e originali, come questa qui che vedete nelle foto.

FabricUp

Le mie altre passioni: i gomitoli e i vinili ❤

Questa tote è entrata nella mia vita per caso, grazie a Facebook e all’incontro virtuale con Valeria, che insieme alla mamma Nadia e la sorella Claudia hanno messo su FabricUp, un giovane brand di borse e accessori in cotone nato proprio un anno fa, ad aprile 2014. Valeria stava lanciando la nuova collezione di tote bags e mi ha chiesto se mi andasse di provarla e scrivere una recensione, e, visti i prodotti sul loro sito, potevo mica dire di no? :D Così ho accettato e poco dopo mi è arrivata questa borsa fantastica, che, non so se si nota ma è fatta con una stoffa sulla quale sono stampate delle macchine fotografiche d’epoca. Ecco, come non amarla? Direi che è subito diventata una delle mie preferite :)

FabricUp

Adesso qualcuno potrebbe storcere il naso e dire che sono solo borsette in cotone sottile, che servono per fare la spesa e niente altro… Forse non hanno mai visto l’uso che ne faccio io :D

Per me le tote bags sono praticamente indispensabili, le porto con me in borsa quando vado a fare spese, le utilizzo per conservare oggetti delicati che a contatto con la plastica potrebbero rovinarsi, per portare con me i gomitoli e i lavori all’uncinetto che aumentano sempre di più ma soprattutto le uso quando viaggio, come contenitore per la biancheria all’interno della valigia, perché il cotone è molto più igienico della plastica, e le trasformo in prop bags quando vado a fare foto, riempiendole di accessori di ogni sorta per i miei modelli ❤

FabricUp

Questa tote di FabricUp è fatta davvero bene, è sottile il giusto per non essere di ingombro quando la si porta come borsa di scorta e resistente per un uso continuato. E’ anche soffice al tatto, per essere di cotone, ed inutile dirlo le cuciture sono perfette. Nulla a che vedere con certe cose che si trovano in giro ultimamente. Si vede che è fatta con amore, insomma.

E poi, vogliamo parlare della stoffa? :) Mi hanno fatto davvero un bel regalo scegliendo per me questa a tema fotografico, e l’accostamento con il beige della parte superiore è semplicemente perfetto. Che dire, io sono più che soddisfatta. Ora devo solo comprare quel magnifico papillon rosso che hanno sul loro shop e poi potrò essere felice. Già ce lo vedo in un progetto fotografico al quale inizierò a lavorare a breve. Certo che anche quei tablet case non sono niente male… oddio fermatemi che compro tutto!!! :D

FabricUp

FabricUp

FabricUp

E non poteva mancare il tulle ❤

Se sei stato conquistata anche tu o ti sei incuriosita ti invito a visitare lo shop di FabricUp, mentre se vuoi restare in contatto con loro ed essere aggiornato sulle nuove collezione questa è la pagina Facebook!
Annascrivere
Logo_FabricUp

Seguimi su FACEBOOK!

Follow on Bloglovin

Instagram

ravello

I stood tip-toe… in Ravello (and I loved it!)

{Ravello #part1: Panorami e ceramiche}

I STOOD tip-toe upon a little hill,
The air was cooling, and so very still,
That the sweet buds which with a modest pride
Pull droopingly, in slanting curve aside,
Their scantly leaved, and finely tapering stems,
Had not yet lost those starry diadems
Caught from the early sobbing of the morn.
John Keats

panorama from ravello

Pensando al modo migliore per introdurre questo post dedicato ad un luogo incantevole come Ravello mi è venuto in mente l’incipit della poesia di John Keats del 1817 I stood tip-toe upon a little hill, perché è così che ci si sente quando si arriva quassù, dopo una lunga serie di curve a gomito con il mare ad un soffio che terminano avvolgendosi in una salita imponente, racchiusa all’interno della montagna: come se si fosse in piedi in cima ad una collina e ci si allungasse sulle punte per vedere il mare oltre i profumati limoneti, sporgendosi a cercare le spiaggette seminascoste che sanno di silenzio, sole e tranquillità.

Ravello non è soltanto un paesino affacciato sul mare, è poesia, profumo, pace. 

A differenza degli altri celebri paeselli della Divina Costiera Amalfitana, Ravello guarda il mare dall’alto, osservandolo con calma dai suoi splendidi giardini fioriti, come un pittore ad un belvedere, seduto all’ombra di una nuvola che cerca il colore del mare e del cielo nella sua tavolozza magica, capace di creare arte nell’arte.

A Ravello si respira un’aria speciale, densa della consapevolezza di trovarsi in un luogo incantato, fermo nel tempo, e allo stesso tempo leggera come i rami fioriti mossi dalla brezza marina.

Non c’è angolo che non sia in fiore, non c’è stradina o vicoletto dalle cui mura non spuntino fiori selvatici o casa o albergo che non accolgano i visitatori con vasi fioriti e profumi deliziosi. Ravello si visita anche con l’olfatto!

Arrivati sulla Piazza antistante il Duomo si ha già l’imbarazzo della scelta: sedersi ad uno dei tanti bar e gustare un buon caffè osservando il passaggio dei turisti, ammirare il panorama dal belvedere a picco sulle insenature della costa, addentrarsi in uno dei vicoletti che portano al cuore del paese, tra antichi palazzi trasformati in eleganti alberghi e giardini privati coltivati a profumatissima vite, visitare il magnifico Duomo o i giardini di Villa Rufolo, ad un passo dalla piazza? Ogni volta la scelta è difficile :)

Una cosa è certa: una sola giornata non basta per godere appieno dei panorami, delle sensazioni e degli odori di questo posto incantato.

Passeggiare tra i vicoli e trovarsi davanti all’improvviso un angolino di mare contornato da giardini in fiore e verdure mature, camminare lungo le stradine e passare accanto a cancelli che lasciano intravedere casette bianche che sanno di estate, rilassarsi all’ombra di muri di cinta da cui spuntano fiorellini selvatici che riportano alla mente le opere dei visitatori celebri che qui hanno soggiornato decantandone lo splendore e la pace… Ravello è un luogo senza eguali che le parole faticano a descrivere.

And many pleasures to my vision started; 
So I straightway began to pluck a posey 
Of luxuries bright, milky, soft and rosy. 

villa cimbrone
amalfi coast
costiera amalfitana
amalfi coast
amalfi coast
villa cimbrone
villa cimbrone, ravello
amalfi coast
amalfi coast
villa cimbrone
amalfi coast
villa cimbrone

amalfi coast

minori's castle

Il castello tra Maiori e Minori, sulla strada per Ravello.

amalfi coast by night

La Costiera vista da Minori.

Le ceramiche

Le coloratissime ceramiche che trovate a Ravello fanno per lo più parte dell’antica tradizione vietrese, caratterizzata proprio dai colori vivaci che richiamano il giallo dei limoni, il blu del cielo e del mare e il verde delle colline circostanti la Costiera.

Frutta, fiori, api, asinelli, uccellini, casette e contadini al lavoro nei campi sono i soggetti tipici che si trovano dipinti su piatti, vasi, tazze, bicchieri e servizi da caffè: è praticamente impossibile visitare la Costiera e non portare a casa almeno uno di questi affascinanti pezzi di artigianato locale! D’altronde, cosa sarebbe un buon caffè senza una tazza in originale ceramica vietrese? :D

Questo è il primo di più post dedicati a questo angolo di paradiso, alla prossima settimana!

 ceramics
ceramica vietrese
vietri ceramics
italian ceramics
ceramics
ceramica vietri sul mare
ceramica tradizionale vietri sul mare
ceramica tradizionale vietri sul mare
ceramica tradizionale vietri sul mare
ceramica amalfi
ceramica

Continua la prossima settimana!

 

Cosa Vedere a Ravello:

Duomo

Villa Rufolo

Villa Cimbrone

Eventi

Ravello Festival 2014

VIAGGIO IN ITALIA, una mostra dedicata all’artista cinese WANG GUANGYI

 

* All photos taken with a Canon EOS 6D and Canon lens ❤

Seguimi su FACEBOOK!


Follow on Bloglovin