Arte

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina

{Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin}

“E’ possibile che un giorno, mentre passeggi in campagna, ancora prima di scorgere la Casetta Blu nascosta nei boschi, tu senta l’odore dei biscotti appena sfornati, allora saprai di essere arrivato. E’ la casa di Vera la Topina, del suo cane Saar e della sua bambolina a forma di topo di nome Dolly. Prego, entra. Qui gli amici sono sempre i benvenuti, ma sarà tuo dovere divertirti, raccontare qualche novità e portare con te tanti sorrisi quando andrai via. E mi raccomando, assicurati di avere spazio a sufficienza per i famosi pancakes di Vera!”

Vera la Topina

Questo è quanto si legge sul sito di Marjolein Bastin, illustratrice di origine olandese che ha dato vita a Vera The Mouse, indaffarata roditrice abitante della casetta blu nascosta tra gli alberi, sempre pronta a preparare ottimi pancakes, realizzare soffici e calde sciarpe lavorando alacremente a maglia, offrire un tè e una fetta di torta alle fragole a tutti gli amici che andranno a farle visita.

Il mondo incantato di Vera sembra prendere vita davanti ai nostri occhi, felici di perdersi nei minuziosi dettagli dei disegni, in quei piccoli deliziosi particolari che si nascondono qua e là nella scena rendendola realistica e fantastica al tempo stesso.

Vera la Topina

Marjolein ha trascorso l’infanzia distesa a pancia in giù nel suo giardino, intenta a scrutare un mondo che ai più passa inosservato ma che “più osservi da vicino e più cose rivela”.

Il suo universo era quello del sottobosco, popolato di insetti e piccoli animali che diventavano sempre più familiari, intenta com’era nell’osservarli con scrupolosa attenzione. Ben presto ebbe voglia di condividere la sua passione per questo mondo segreto e per farlo iniziò a disegnare ciò che vedeva ogni giorno davanti ai suoi occhi di bambina. In seguito, una volta cresciuta e diplomatasi all’Accademia di Belle Arti, furono gli sconfinati paesaggi americani – e quei piccoli fantastici dettagli segreti che nascondevano – a darle l’ispirazione per la sua carriera di illustratrice della natura.

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Inutile dire che io che adoro tutti i roditori sono rimasta incantata da questa topina così graziosa, con i suoi vestitini da signora per bene, i mille gomitoli sparsi intorno a lei e i vari biscottini, fiori e fragole che popolano il suo mondo delizioso.

Questi disegni, oltre a sapere di infanzia, creano delle vere e proprie magie, più li si guarda e più sembra di trovarcisi dentro, e più sembra di trovarcisi dentro più si inizia a sentire il profumo delle margheritine, il sapore del tè, il gusto delle fragole e la fragranza dei biscotti appena usciti dal forno…

L’importante è trovare il giusto sentiero nel bosco e il gioco è fatto: ecco la Casetta Blu, si entra nella favola 🙂

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina

Vera la Topina

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Vera la Topina e le illustrazioni di Marjolein Bastin

Le immagini di questo post sono © Marjolein Bastin

anna

Seguimi su FACEBOOK!



Follow on Bloglovin

Instagram

Street art in Paris

Street art in Paris

Street Art in Paris

{souvenirs de Paris #1}

street art in paris
Ebbene, dichiaro ufficialmente iniziata la serie di post nostalgico-sentimentali dedicati a Parigi e ai pochi giorni in cui ci sono stata lo scorso dicembre, sigh!

Che Parigi sia una città bellissima non c’è bisogno che sia io a dirlo, ma per una come me, che ama le forme minimaliste ed essenziali, fa eccezione per poche cose fronzolose e si dichiara ufficialmente immune dalla macaronsmania che imperversa da un po’ di anni a questa parte, tornare a casa con questa sensazione di cuor leggero e testa sognante (dicasi nostalgia di Parigi) è un po’ una sorpresa.

Non è stata la mia prima volta in città, anche se forse una gita scolastica in età adolescenziale non può considerarsi un vero viaggio, consapevole e attento, ma visitarla ad una settimana dal Natale, con tutte le lucine deliziose e gli alberelli e le vetrine decorate è un’esperienza da fare assolutamente nella vita, soprattutto se come me amate l’inverno e il Natale.

Ma non ci sono solo le lucine a fare innamorare di Parigi, ogni angolo, ogni casa, ogni tetto sembra attirare l’attenzione e parlare, raccontare una storia, dipingere con pennellate fantastiche nuove vite immaginarie e possibili… forse è per questo che la street art a Parigi è miscelata e integrata alla città in maniera così perfetta. Che sia vernice, carta, colla, colore, la creatività e il genio si esprimono in maniera libera ma ordinata, eccentrica ma allo stesso tempo discreta, rispettosa della bellezza della città con la quale crea un sodalizio unico, un insieme vivace di espressività e stile.

Non si può dire di aver visto Parigi se non si sono ammirati i suoi muri, le sue vernici, i suoi significati alternativi.

street art in paris
Street art in Paris
Street art in Paris
street art in paris
Street art in Paris

Se state programmando una visita a Parigi e volete seguire un itinerario dedicato alla street art qui trovate una mappa dei luoghi e degli artisti da non perdere, con un occhio sempre aperto per nuove e fantastiche scoperte sul muro  dietro l’angolo! 🙂

“Graffiti is one of the few tools you have if you have almost nothing. And even if you don't come up with a picture to cure world poverty you can make someone smile while they're having a piss.” 
Banksy

<continua… stay tuned!>

street art Regala una stampa!
*ALL PHOTOS TAKEN WITH A CANON EOS 6D*

Seguimi su FACEBOOK!

Follow on Bloglovin

Instagram

Buon 2015 con il Calendario dei Gufetti in free download!

Il Calendario dei Gufetti 2015

{Free Download!}

2015calendartheartdiary

Il 2015 sta per arrivare anche nel mio Etsy Shop e il calendario dei gufetti sembra essere sulla buona strada per diventare il best seller della stagione…  🙂 e dal momento che è tanto che non posto qualcosa da scaricare e stampare (gli ultimi sono stati i segnalibri di primavera!) ecco pronto un calendario gufesco in formato One Year on One Page in regalo da scaricare gratuitamente da qui! 

calendario gufetti 2015

2015 Kawaii OWL Calendar Printable Instant Download by TheFlowerFairyWorkshop

 

Per quanto riguarda lo Shop tra i calendari disponibili  con la formula instant download (12 file in pdf pronti da stampare) oltre ai gufetti ci sono anche gli animaletti kawaii e le paperelle, perfetti per nursery, aule scolastiche e camerette dei bambini, anche quelli un po’ cresciutelli… ehm… 🙂

calendarikawaii2015

Kawaii Printable 2015 Cute Animals Calendar by TheFlowerFairyWorkshop

 

2015 duck calendar

2015 Kawaii Duck Calendar by TheFlowerFairyWorkshop

 

Per chi non ama particolarmente i gufetti e preferisce un calendario già stampato e pronto da esporre da oggi fino al 31 dicembre c’è lo sconto del 10% utilizzando il codice ARTDIARY10 al check out sui calendari “Moustache“, “Moustache pocket size – limited edition“, e “Il caffè è sempre un’ottima idea” che trovate qui 🙂

2015 moustache calendar

2015 Calendar – Mustache by TheFlowerFairyWorkshop

2015 moustache calendar

2015 Calendar Mustache – Pocket Calendar Limited Edition by TheFlowerFairyWorkshop

2015 calendario caffè

Calendario 2015 “Il caffè è sempre un’ottima idea” by TheFlowerFairyWorkshop

Buon 2015!!!

 

calendario dei gufetti

 

 

Happy New Year!

Seguimi su FACEBOOK!

Follow on Bloglovin

Instagram